Montaggio Condizionatori Roma Prezzi

Siamo una ditta certificata, in possesso di patentino F-GAS, per il montaggio ed installazione condizionatori a Roma e zone limitrofe. Il climatizzatore è ormai uno degli elettrodomestici piú utilizzati nelle nostre case. E’ diventato indispensabile in estate, per combattere l’afa incessante. In molti però iniziano ad utilizzarlo anche nella stagione fredda, in pompa di calore, come alternativa ai termosifoni alimentati da una caldaia a gas metano.

Interveniamo a Roma per montare il vostro condizionatore, se necessario eseguiamo un sopralluogo per individuare la soluzione migliore. Installare il climatizzatore potrebbe essere un’impresa facile, ma non lo è. Innanzitutto va individuato il posto dove fissare il motore esternamente e, successivamente, capire dove mettere lo split interno, lì dove esce aria fredda o calda.

 

Se invece il climatizzatore raffredda poco effettuiamo ricariche gas per climatizzatori per riportarlo ai fasti di prima.

Montaggio spalla spalla condizionatore

Il montaggio classico è quello spalla-spalla o muro-muro, ovvero con l’unità esterna appoggiata sul muro del balcone e quella interna nella stessa parete dentro casa. Non sempre però è possibile effettuare un montaggio del genere, per vari motivi:

  • non disponiamo di balcone in tutta la casa
  • non disponiamo di balcone sulla stanza in cui andrà installato il condizionatore
  • la stanza non affaccia sul balcone
  • dobbiamo condizionare un ambiente interno alla casa che non affaccia su finestre o balconi.

C’è sempre una soluzione per montare il climatizzatore, ma va comunque studiata. Il motore va comunque sempre installato all’ esterno, se non abbiamo un balcone possiamo sfruttare una chiostrina. Da lì partiranno le tubazioni che dovranno arrivare allo split interno.

montaggio condizionatore roma

Quanto costa installare un condizionatore

il nostro è un prezzo super competitivo. E’ chiaro che alle persone che ci chiamano interessa sapere quanto spenderà, non sempre è facile quantificarlo, ma generalizzando questi sono i nostri prezzi:

  • montaggio spalla spalla con una distanza massima di 1.5 metri tra motore e condizionatore : 200 euro + iva
  • montaggio su impianto predisposto, ovvero li’ dove già sono stati fatti passare tubi in rame e fili elettrici : 150 euro + iva
  • smontaggio condizionatore vecchio : 50 euro + iva

IL MATERIALE E’ TUTTO COMPRESO, FORNIAMO NOI TUTTO tranne LE STAFFE DEL MOTORE. Se volete che le mettiamo noi dovete aggiungere 30 euro + iva. Questo perchè qualche cliente preferisce comprarle al momento dell’ acquisto del condizionatore.

Se l’impianto è piú difficoltoso, ovvero ci sono 5, 7 o addirittura 10 metri di distanza tra split ed unità esterna, dobbiamo calcolare circa 25 euro al metro in piú rispetto ai prezzi di sopra.

Come montiamo il condizionatore

una volta individuati punti di fissaggio di motore esterno ed unità procediamo con il montaggio. Di solito un’installazione segue questa procedura.

  1. Foriamo il muro esterno/interno per far passare tubi di rame e fili elettrici
  2. Fissiamo le canaline al muro per nascondere i tubi
  3. Passiamo i tubi di rame che dovranno congiungere motore e split
  4. Passiamo i fili elettrici tra motore e split
  5. Colleghiamo i fili elettrici alla piu’ vicina scatola di derivazione oppure ad una presa elettrica
  6. Con la cartellatrice fissiamo i tubi ai raccordi del condizionatore
  7. Con la pompa del vuoto facciamo circolare il gas all’ interno del circuito
  8. Controllo della pressione e verifica olio.
  9. Verifica del funzionamento
  10. L’impianto di condizionamento è pronto

Ovviamente ci sono all’ interno di questo processo anche altre cose da fare, come verificare lo scarico della condensa. In estate il condizionatore produce molta acqua di condensa che solitamente scarica esternamente col motore. Possiamo collegare lo split, calcolando la giusta pendenza, ad uno scarico del bagno ad esempio, oppure il motore esterno getterà l’acqua fuori sul balcone. E’ acqua demineralizzata, ma comunque è un problema da gestire.

Ad esempio coloro che montano il motore del condizionatore sotto la finestra hanno il grosso problema del gocciolamento. In questi casi si può mettere una bottiglia o tanica accanto al motore da svuotare al riempimento.

installazione condizionatori roma

Condizionatore e problemi condominiali

come detto non sempre chi è intenzionato ad installare un condizionatore a Roma ha a disposizione un balcone. In questi casi l’alternativa è quella di mettere il motore sulla facciata dell’edificio, sotto o al lato di una finestra. Non sempre è possibile perchè il condominio non lo permette, oppure pensiamo ad un palazzo storico nel centro di Roma, ci sono dei limiti.

Montaggio condizionatore ROMA CENTRO in zone storiche

Se dovete installare un condizionatore a Roma centro, in un quartiere o edificio con vincoli architettonici, l’opzione è rappresentata dal montaggio di UNICO di OLIMPIA SPLENDID un condizionatore senza unità esterna, ma che ovviamente presenta dei limiti. Sarà piú rumoroso e meno performante. Altrimenti dobbiamo optare per un condizionatore portatile.

Forare un muro da 70 cm di una casa storia a mattone pieno non è semplice, utilizziamo una carotatrice, piú efficiente del trapano. Facciamo attenzione a non far cadere materiale nella parte sottostante, specie se si tratta di un piano alto.

Quale condizionatore scegliere

la scelta del modello giusto parte innanzitutto da un presupposto. Cosa dobbiamo condizionare? Quanto sarà grande l’ambiente? Che temperature si raggiungono d’estate?

I nuovi modelli hanno prestazioni molto superiori a quelli di 10 anni fa. In termini energetici consumano di meno. Quello che dobbiamo controllare prima di procedere nell’ acquisto, fa la differenza in termini di prezzo, sono i parametri:

  • SSER – efficienza in raffreddamento
  • SCOP – efficienza in riscaldamento

Piú alti saranno questi valori e maggiore sarà la capacità di rinfrescare o riscaldare a parità di energia elettrica assorbita.

Va da sè capire come un condizionatore con un SEER di 9.5 costerà molto di piú rispetto ad uno con SEER di 5. La maggiorparte dei modelli venduti sono da 9000 e 12000 BTU in termini di potenza. In alcuni casi si arriva a 18000 e oltre. 

Diciamo che tra le marche leader ci sono i giapponesi di DAIKIN e Mitsubishi. Ma anche FUJITSU e Panasonic. A seguire troviamo LG e SAMSUNG e una miriade di marche cinesi. Quasi tutti gli italiani producono in Cina e rimarchiano con il loro nome.

Ogni marca, anche la piú costosa come Daikin, ha il suo modello base e quello di punta. Come detto un buon parametro è quello SEER, piú è alto e meglio è. I nuovi condizionatori montano tutti il gas R32 che sta sostituendo il vecchio R410A, in termini di prestazione non cambia nulla, ma è piú “ecologico”.

Dimensionamento del condizionatore

in linea generale si acquistano condizionatori da

  • 9000 BTU per ambienti fino a 25 mq
  • 12000 BTU per ambienti fino a 45 mq

Questi valori però sono molto soggettivi e possono variare in positivo o negativo a seconda delle condizioni ambientali e del tipo di condizionatore scelto. Se la casa è molo calda con pareti esposte al sole tutto il giorno, meglio sovradimensionare.

Monosplit o Multisplit

un modello con un solo motore esterno ed una singola unità interna di definisce MONOSPLIT. Un modello con un singolo motore esterno e piú unità interne è definito MULTISPLIT.

Il multisplit, dualsplit o trailsplit o quadrisplit, è utilizzato quando vogliamo climatizzare piú ambienti separati utilizzando un solo motore che comanda tutto l’impianto. Si tratta di una soluzione scelta da chi vuole ottimizzare lo spazio esterno e montare un solo motore per motivi di spazio oppure estetici. Si risparmia anche qualcosina, ma se il motore si rompe, l’intero impianto di condizionamento non funzionerà piú.

istallazione condizionatori roma

Problemi frequenti del condizionatore

il climatizzatore è una macchina che non si rompe tanto facilmente, quando ciò accade è un problema perchè bisogna chiamare un tecnico che intervenga sul posto. Ecco una serie di problematiche che si risolvono con un po’ di attenzione

Condizionatore fredda poco

Provate a pulire i filtri che, se intasati di polvere, bloccano parzialmente la fuoriuscita di aria fredda. Altra soluzione, la ricarica del gas, dopo tanti anni un po’ di gas potrebbe fuoriuscire dai raccordi delle cartelle, si può risolvere caricando il condizionatore con il suo gas, ad esempio R410A, R32 o il vecchio R22.

Condizionatore perde acqua

se cade acqua dallo split interno potrebbero essere i filtri sporchi ancora una volta. L’aria bloccata dalla grande quantità di polvere fa sviluppare ghiaccio che inizia a gocciolare. Altra causa potrebbe essere lo scarico della condensa occluso oppure mal fatto se l’installazione è recente.

Condizionatore che in inverno non scalda

Innanzitutto in inverno il condizionatore ci mette anche 5 minuti per partire, dategli tempo. Altrimenti potrebbe essere rotto il termostato o la scheda elettronica. Se ci sono delle spie che lampeggiano controllate sul manuale a cosa corrispondono, alcuni modelli inviano anche dei codici di errore che corrispondono a specifici malfunzionamenti.